Il ruolo della vitamina D nelle fratture. L’esperienza della ASUR Marche

Roberto Grinta
Direttore U.O. Farmacia e Budget medicina generale Area Vasta 2 Jesi, ASUR Marche

Federica Verri, Katia Bini, Sara Chegai
Dirigente Farmacista, ASUR Marche

Stefania Falciglia
Dirigente Farmacista, ASREM

     La spesa farmaceutica per la Vitamina D in Italia, sta crescendo in modo esponenziale. Le esperienze nazionali ed internazionali indicano una efficacia nei pazienti ultrasessantacinquenni sulle riduzioni delle fratture di femore e fratture dell’anca e della pelvi, quando i valori sierici raggiungono gli standard di riferimento (25OHvit. D). Lo studio retrospettivo ha analizzato il ricorso all’assistenza ospedaliera per il DRG 235 fratture del femore e DRG 236 fratture dell’anca e della pelvi, negli anni dal 2013 al 2015, nella popolazione anziana dell’Area Vasta 2 ASUR Marche. Si è proceduto al calcolo della riduzione del rischio a fratture sia nei soggetti in terapia con vitamina D (EER), e relativi controlli (CER). L’ICER incrementale ha evidenziato un costo/efficace favorevole, ma la iperprescrizione di Vitamina D, sia sul territorio che in ospedale, deve stimolare a tavoli di confronto e percorsi di cura appropriati.

Registrati per leggere il seguito...

Per visualizzare gli ultimi aggiornamenti del Codice dell'Ospedalità Privata
Clicca qui

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste