Qualità delle cure erogate dall’assistenza domiciliare infermieristica. Risultati dell’analisi su un campione della Valdinievole

 

Gianmarco Troiano
Specializzando in Igiene e Medicina preventiva, Univ. degli Studi di Siena

Sonia Iapichino
Medico U.O. Accreditamento, Qualità e Sicurezza Paziente (AQeSP), Coord. Salute e Medicina di Genere, Az. Toscana Centro, Pistoia

Miria Lucchesi
Inf. Esperta Rischio Clinico, U.O. Accreditamento, Qualità e Sicurezza Paziente (AQeSP), Az. Toscana Centro, Pistoia

Alessia Pieretti
Inf. Coord. A.I.T. Valdinievole, Az. Toscana Centro, Pistoia

Donatella Simoncini
Responsabile Inf. A.I.T. Valdinievole, Az. Toscana Centro, Pistoia

Rosita Di Grado
Infer. Coord. CSS Pescia, Az. Toscana Centro, Pistoia

Cristina Florian
Infer. Coord. CSS Montecatini, Az. Toscana Centro, Pistoia

Emanuela Riccio
Infer. Coord. CSS Monsummano, Az. Toscana Centro, Pistoia

Nicola Nante
Professore Ordinario di Sanità Pubblica, Resp. Laboratorio Programmazione e Organizzazione Servizi Sanitari, Univ. degli Studi di Siena

Riassunto: Negli ultimi anni è emersa la necessità di monitorare gli interventi erogati ai cittadini a livello domiciliare e di individuare strumenti più appropriati per la valutazione della qualità delle cure anche in questo ambito.

     Misurare il contributo dell’assistenza domiciliare infermieristica ed i risultati conseguiti dai servizi sanitari rappresenta un interesse primario per la ricerca infermieristica a livello internazionale.

     Lo scopo del lavoro presentato è quello di valutare la qualità delle cure erogate dall’assistenza infermieristica territoriale della Valdinievole, attraverso l’analisi di un set minimo di requisiti: a) presenza nella documentazione sanitaria della modulistica per consenso scritto da parte del paziente finalizzato alla condivisione del programma terapeutico-assistenziale proposto dall’équipe curante, b) monitoraggio della corretta applicazione della Buona Pratica sulla misurazione e gestione del dolore, c) registrazione dei bisogni assistenziali attraverso la scheda di valutazione multidimensionale ASGO (scheda di accertamento stato generale) strumento utile ad identificare profili di dipendenza dei soggetti assistiti e competenza in autocura già utilizzata nei setting di degenza ospedaliera.

     I dati presentati si riferiscono all’analisi di un campione di schede domiciliari di pazienti in carico al servizio infermieristico della Valdinievole, (10% sul totale dei pazienti in carico). Unico criterio richiesto è stato quello di aver erogato un numero minimo di accessi a domicilio del paziente da parte del personale infermieristico (almeno uno alla settimana). Le schede da verificare sono state selezionate con modalità della randomizzazione semplice, estraendo «l’unità» da verificare tra tutte quelle presenti, numerate e registrate nel data informatico in uso nel servizio.

Parole chiave: assistenza infermieristica, domicilio, qualità, cure

Registrati per leggere il seguito...

Per visualizzare gli ultimi aggiornamenti del Codice dell'Ospedalità Privata
Clicca qui

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste