Dagli OPG alle REMS: nuove frontiere nella cura e nella gestione dell’individuo infermo di mente

GIUSEPPE SIMONE
Commissario Capo del Corpo della Polizia Penitenziaria, Comandante del Nucleo operativo provinciale Traduzioni e Piantonamenti di Firenze

ANNALISA FRANGIONE
Coordinatrice aziendale UFC SMA ZD PT e UFC SMA/SDS ZD VDN ASL TOSCANA CENTRO Area comparto/riabilitazione

GIANMARCO TROIANO
Medico in formazione specialistica in Igiene e Medicina Preventiva, Univ. degli Sudi di Siena

NICOLA NANTE
Professore Ordinario di Sanità Pubblica, Resp. Laboratorio Programmazione e Organizzazione Servizi Sanitari, Univ. degli Sudi di Siena

 

Riassunto: La coscienza della scarsa utilità ed efficacia del sistema degli ospedali psichiatrici giudiziari si è radicata sempre più non solo tra gli esperti e operatori del settore, bensì anche a livello istituzionale. Il dibattito politico e sociale ha riguardato l’opportunità e la legittimità degli OPG e molti sono stati gli interventi da parte di intellettuali e politici che auspicavano la chiusura di tali strutture. Tuttavia tale sistema ha retto inalterato per lungo tempo sino ai giorni d’oggi, non toccato da alcuna riforma legislativa.
     Il passaggio dagli OPG alle nuove strutture sanitarie (REMS) ha richiesto uno sforzo di costante coordinamento tra l’amministrazione penitenziaria e quella sanitaria, al fine di rendere tale processo concreto e definitivo. La scelta di costituire nuove strutture, le REMS, a carattere quasi esclusivamente sanitario, va in questa direzione; una direzione che fa prevalere, in maniera quasi assoluta, le istanze di tutela della salute dell’internato a fronte di una sensibile riduzione degli aspetti relativi alla custodia ed alla sicurezza. Tuttavia, la incapacità recettizia delle nuove strutture sanitarie sta comportando tutta una serie di problematiche gestionali relative a soggetti nei cui confronti dovrebbe essere avviata una misura di sicurezza ma che, invece, stante la mancanza di posti letto, si è costretti a far permanere presso un Istituto di pena, o presso un reparto di psichiatria di un Ospedale civile, piantonati dalla Polizia Penitenziaria h24.

Parole chiave: legislazione, ospedali psichiatrici giudiziari, REMS

Registrati per leggere il seguito...

Per visualizzare gli ultimi aggiornamenti del Codice dell'Ospedalità Privata
Clicca qui

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste