La promozione dell’approccio di genere in sanità

 

CECILIA POLITI
Direttore U.O.C. di Medicina Interna P.O. Isernia - ASReM - Azienda Sanitaria Regionale Molise
Responsabile Area “Medicina di Genere” F.A.D.O.I. (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti) e Referente Regione Molise per la Medicina di Genere

ALESSANDRA DI ROSA
Consulente esperta in Management delle Aziende Sanitarie

GIANFRANCA TESTA
Esperta di Legislazione Sanitaria, già Direttore Amministrativo ASReM - Azienda Sanitaria Regionale Molise

 

Riassunto: La medicina, fin dalle sue origini, ha avuto un’impostazione androcentrica relegando gli interessi per la salute femminile prevalentemente agli aspetti specifici correlati alla riproduzione. Negli ultimi anni, moltissime ricerche a livello nazionale, europeo e mondiale hanno dimostrato come tra uomo e donna esistono significative differenze rispetto all’insorgenza, all’andamento clinico e alla prognosi di molte malattie. In Italia l’8,3% delle donne denuncia un cattivo stato di salute rispetto al 5,3% degli uomini; tuttavia le donne sono più attente alla salute e si sottopongono con più frequenza a controlli di prevenzione rispetto agli uomini. Le donne inoltre, sono al primo posto nel consumo di farmaci, sono colpite da reazioni avverse ai farmaci (ADR) in misura nettamente maggiore rispetto agli uomini, ma sono poco rappresentate negli studi clinici o farmacologici.
     Lo sviluppo quindi di approcci diagnostici e terapeutici che valutino le differenze di genere, consentirebbe di migliorare le prospettive di salute in tutta la popolazione.
     Il tema delle disuguaglianze come stimolo e della Medicina di Genere (MDG) come area di intervento, rappresentano oggi aspetti di sicura rilevanza ed attenzione nel campo della salute non solo della donna, da realizzare attraverso la cooperazione stretta tra centri di ricerca, ospedali, università ed istituzioni pubbliche per favorire la crescita della conoscenza, l’aumento degli studi specifici, ma soprattutto la costruzione di una coscienza pubblica competente ed esigente.

Parole chiave: medicina di genere, appropriatezza, equità

Registrati per leggere il seguito...

Per visualizzare gli ultimi aggiornamenti del Codice dell'Ospedalità Privata
Clicca qui

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste