Utilizzo di T-DM1 in II linea in una paziente con disseminazione leptomeningea da carcinoma mammario HER2-positivo

 

FABIO MARAZZI, VALERIA MASIELLO
Oncologia Medica, U.O. Radioterapia Oncologica, Fondazione Policlinico Gemelli IRCCS, Roma

 

Riassunto: Il caso clinico presentato descrive la storia di una paziente affetta da carcinoma mammario HER2-positivo ormonopositiva, con ripetizioni cerebrali, insorte precocemente dal termine di un trattamento adiuvante con Trastuzumab). La paziente è stata quindi avviata a trattamento di 1L con doppio blocco antiHER2 Pertuzumab e Trastuzumab in associazione a Docetaxel, ottenendo come best response una stabilità di malattia e una PFS di 7 mesi. La PD è avvenuta a livello leptomeningeo come da disseminazione liquorale di malattia, la paziente ha ricevuto un trattamento radiante su asse cranio-spinale e quindi è stata avviata a trattamento di 2L con T-DM1. La suddetta terapia ha consentito di ottenere una risposta parziale che è stata mantenuta per un periodo di 24 mesi con un buon profilo di tollerabilità. Dopo 35 somministrazioni la paziente ha sperimentato una PD leptomeningea ed extracranica per cui ha iniziato una III L con Lapatinib e capecitabina che ha sospeso dopo due cicli per decadimento delle condizioni generali. La paziente è deceduta nel maggio 2018.

Parole chiave: Trastuzumab emtansine, Pertuzumab, carcinoma mammario HER2-positivo, metastasi cerebrali

Registrati per leggere il seguito...

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste