Modelli organizzativi, strumenti di supporto e tecnologie abilitanti per la gestione della cronicità: l’esperienza della ASL 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila

 

ROBERTO TESTA
Direttore Generale ASL 1 - Avezzano-Sulmona-L’Aquila

ANTONELLA D’ALESSANDRO
Responsabile Controllo di Gestione ASL 1 - Avezzano-Sulmona-L’Aquila

ROSSELLA DE SANTIS
Direttore Distretto Sanitario Area Marsica ASL 1 - Avezzano-Sulmona-L’Aquila

LEONDINO MAMMARELLA
Responsabile Servizio Gestione Flussi Informativi e Statistica Sanitaria ASL 1 - Avezzano-Sulmona-L’Aquila

MARCO TESTA
Programmatore Informatico

MARCO CIANCAGLINI
Responsabile U.O. Oculistica Direzione Universitaria ASL 1 - Avezzano-Sulmona-L’Aquila

 

Riassunto: In relazione alla crescente presenza di pazienti cronici e dell’aumento dei bisogni dei pazienti dal punto di vista socio-assistenziale, con incremento della spesa per il SSN, vanno attuati diversi cambiamenti organizzativi che riducano l’istituzionalizzazione sia in ospedale che la residenzialità, privilegiando le cure al domicilio e l’utilizzo di nuovi strumenti informatici.
     In tale ambito, gli autori presentano vari modelli organizzativi adottati dalla ASL 1 Avezzano-Sulmona-l’Aquila per una continuità di cura reale e sui processi strutturati/da strutturare, in termini di attori coinvolti, modalità di coordinamento, strumenti di supporto e tecnologie abilitanti, considerando le caratteristiche territoriali e demografiche della popolazione residente e della struttura sanitaria.

Parole chiave: sanità, efficienza, management, sistemi informatici, telemedicina, malattie croniche

Registrati per leggere il seguito...

Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste