Mondo Sanitario - n.01-02 - Gen-Feb - 2010

2. STUDI E RICERCHE

2.1 Studio di un progetto di miglioramento della qualità assistenziale in ambito penitenziario

B. Borri, M. Grifoni, D. Patriarca, N. Nante

Parole Chiave:

L’assistenza sanitaria ai reclusi nelle strutture penitenziarie è stata garantita, per oltre vent’anni dopo l’istituzione del Ssn, dal Ministero della giustizia che la gestiva con proprio personale. Questa discrasia, rispetto ai principi della riforma sanitaria del 1978, è ormai avviata al definitivo superamento per effetto del trasferimento alle Asl delle competenze in materia realizzato concretamente nel 2008. Tuttavia, il ruolo dell’infermiere non è ancora pienamente valorizzato, in particolare per quanto concerne la scarsa partecipazione alla presa in carico del detenuto da assistere, ma anche l’erogazione delle prestazioni assistenziali che avviene ancora su prescrizione medica anziché in base ad una pianificazione infermieristica. In questo studio, gli AA. delineano le linee progettuali di una possibile riorganizzazione dell’assistenza infermieristica secondo il modello del team nursing.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!