Mondo Sanitario - n.03 - Marzo - 2013

3. Farmaceutico e Biomedicale

3.2 Privacy in studi clinici: il consenso del paziente in stato di incoscienza

A. Mezzetti

Parole Chiave:

Qualora l’interessato versi in uno stato di incoscienza e necessiti di intervento medico immediato, il consenso del medesimo interessato al trattamento dei propri dati sensibili nell’ambito di una sperimentazione clinica può essere validamente prestato da chi esercita legalmente la potestà, ovvero da un prossimo congiunto, da un familiare, da un convivente o, in loro assenza, dal responsabile della struttura presso cui dimora l’interessato.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!