Mondo Sanitario - n.09 - Ottobre - 2013

1. Studi e Ricerche

1.3 Retina artificiale: l’esperienza italiana

S. Rizzo, E. Di Bartolo, C. Belting

Parole Chiave: protesi retinica, Argus II, retinite pigmentosa

La retinite pigmentosa è una malattia progressiva ed ereditaria della retina che porta ad una graduale degenerazione dei recettori retinici. La malattia è su base genetica e ad oggi non esiste una terapia efficace per arrestare o anche solo rallentare il processo patologico che porta nella maggior parte dei casi ad una progressiva perdita visiva e spesso alla cecità.
L’U.O. di Chirurgia Oftalmica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana è stato il primo centro in Italia ed Europa ad utilizzare la protesi epiretinica Argus II della ditta Second Sight (Sylmar, California, USA). Questo dispositivo è, attualmente, l’unico in commercio e consente di ripristinare una parziale funzione visiva in pazienti colpiti da retinite pigmentosa in uno stadio avanzato della malattia con acuità visiva ridotta ad una scarsa percezione della luce. Al momento undici pazienti sono stati sottoposti ad impianto di questo tipo di protesi presso la Chirurgia Oftalmica di Pisa.
Vengono qui descritti i principi di funzionamento del sistema, la tecnica chirurgica dell’intervento e i risultati ottenuti sui primi sei pazienti che hanno ricevuto l’impianto.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!