Mondo Sanitario - n.03-04 - Mar-Apr - 2005

4. Giurisprudenza

4.1 Rassegna di giurisprudenza



Parole Chiave:

La diagnosi errata o inadeguata è di per sé un inadempimento della prestazione sanitaria e grava sul medico l’onere di provare la mancanza di colpa per la morte del paziente (Corte di cassazione, Sez. III civ. -Sent. n. 4400 del 4 marzo 2004)
Nell’odierno regime privatistico del lavoro pubblico, la legittimità del comportamento della p.a. deve essere valutato alla stregua di quel-lo del datore di lavoro privato (Corte di cassazione, Sez. Lav. -Sent. n. 5565 del 19 marzo 2004)
Nel concetto di danno non patrimoniale, che dà diritto al risarcimento, rientra ogni ingiusta lesione di valori inerenti alla persona costituzionalmente garantiti (Corte di cassazione, Sez. III civ. -Sent. n. 7980 del 27 aprile 2004)
Una struttura privata ha diritto ai benefici tariffari per l’adeguamento ai requisiti minimi anche se, alla scadenza prevista, non sia in possesso dei prescritti certificati (Consiglio di Stato, Sez. IV - Dec. n.3877 del 15 giugno 2004)
I poteri delle regioni in tema di acquisto e distribuzione diretta dei farmaci ai fini della razionalizzazione della spesa sanitaria (Consiglio di Stato, Sez. IV - Dec. n.3991 del 15 giugno 2004)
È obbligo deontologico del “medico competente” informare personalmente il lavoratore della gravità delle sue condizioni (Commissione centrale esercenti professioni sanitarie - Dec. n. 23del 1° luglio 2004)
Ribaditi i principi che regolano l’esercizio di attività libero professionale da parte dei medici dipendenti del Ssn (Consiglio di Stato, Sez. IV - Dec. n.4463 del 15 giugno 2004)
La produzione di tabacchi, in quanto attività pericolosa, comporta l’obbligo di adottare misure di salvaguardia della salute umana (Corte di Appello di Roma, Sez. I civ. - Sent. n. 1015 del 7 marzo2005)
 

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!