Mondo Sanitario - n.08 - Settembre - 2005

01 - ANALISI E COMMENTI

La Società della Salute e il Consorzio di area vasta nella nuova sanità toscana

S. Bugnoli, R. Randisi, N. Nante

Parole Chiave:

Con il Piano Sanitario Regionale della Toscana 2002-2004 è stato compiuto un salto culturale di grande significato: da una programmazione per la sanità a una programmazione per la salute del cittadino. Il documento, moderno e innovativo, si basa sull’idea-forza della salute come risultante di una serie di “politiche” (ambiente, territorio, trasporti, edilizia, lavoro, giovani, stili di vita, ecc.) e non più, dunque, determinata dall’organizzazione dei servizi sanitari, che contribuisce ai risultati di salute solamente per il 15-20%, a fronte dell’impiego del 90% delle risorse. In questo secondo articolo sugli “aspetti innovativi del sistema sanitario toscano” (il primo è pubblicato, con questo titolo, nel fascicolo n. 6-7/2005 di questa Rivista), gli AA. presentano gli strumenti operativi – in particolare le Società della salute e i Consorzi di Area Vasta - predisposti dalla Regione per la realizzazione di tale obiettivo e ne analizzano la natura giuridica, le caratteristiche organizzative, le problematiche attuative nella fase sperimentale, le possibili criticità e le prospettive future con la costituzione, tra l’altro, degli Enti per i servizi tecnico-amministrativi di Area Vasta.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!