Mondo Sanitario - n.11 - Dicembre - 2005

03 - BIOETICA

Il trattamento del paziente in stato vegetativo persistente



Parole Chiave:

Il CNB, con riferimento alla vicenda di Terry Schiavo, ha espresso il 30 settembre scorso il proprio parere sull’alimentazione e l’idratazione dei pazienti in stato vegetativo persistente. Il documento, approvato a maggioranza (22 si, 13 no, 1 ast.), esclude che tali pratiche possano essere considerate una forma di accanimento terapeutico, con la conseguenza che l’eventuale richiesta di «sospensione della nutrizione artificiale in condizioni di assistenza ordinaria equivale a prospettare un illecito intervento di eutanasia attiva». La minoranza ha precisato i motivi del proprio dissenso con una nota integrativa, qui riportata di seguito al parere di maggioranza.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!