Mondo Sanitario - n.11 - Dicembre - 2006

1 - ANALISI E COMMENTI

1.1 - Medicina: cultura e umanità

A. Pagni

Parole Chiave:

Da alcuni decenni è diventata frequente la contrapposizione tra una medicina specialistica molto tecnologica, “orientata alla malattia”, e quella umanizzata, “orientata al paziente”, che valorizza l’ascolto e la narrazione dei vissuti di malattia delle persone, perché, come ha scritto R. Dell’Oro, “la malattia non esiste in se stessa, scorporata dal suo referente soggettivo, ma sempre e solo come oggettivazione di una soggettività malata”.
La polemica è lontana parente di quella sulle due culture, introdotta da Charles P. Snow, nella ormai famosa conferenza tenuta a Cambridge nel 1959, nella quale denunciava la frattura tra la scienza moderna e i valori umanistici.
Quella “guerra di parole”, come qualcuno la definì, si riaccese brevemente negli anni ’70 e oggi ricompare in occasione di qualche progetto di riforma della scuola secondaria superiore, o ogni volta che umanisti e scientisti, sull’onda dei disastri o dei successi della scienza, possono vantare alternativamente argomenti a sostegno delle loro convinzioni.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Area Abbonati

Abbonati ora!