Organizzazione Sanitaria - n.3 - Lug-Set - 2012

3. Sovrappeso, obesità, disordini alimentari: una sfida da cogliere per guadagnare salute nel 21° secolo - Overweight, obesity, eating disorders: a challenge to take to gain health in the 21st century

G. Labate

Parole Chiave: Sovrappeso, obesità, disordini alimentari - Overweight, obesity, eating disorders

Riassunto: Il rapporto OCSE 2010 lancia l’allarme sull’obesità e i disordini alimentari. La serie storica dei dati dimostra che oramai nei Paesi aderenti all’OCSE una persona su due è in sovrappeso. Le analisi delle politiche sanitarie dei diversi Stati dimostrano che i provvedimenti non possono essere parziali e univoci. Occorrono delle strategie mirate per poter affrontare nel ventunesimo secolo prevenzione, cura e riabilitazione, per quella che si configura come una vera epidemia a livello globale. In Europa il dibattito scientifico, culturale e politico ruota intorno al tema dei diritti e delle responsabilità individuali e collettive. In Italia soprattutto gli adolescenti risultano in sovrappeso con rischio di obesità tale da configurare il nostro Paese come quello più a rischio nell’Unione Europea. Il Ministero della salute ha provveduto tramite un apposito quaderno sul tema dell’obesità a dettare linee guida per la prevenzione, la cura e la riabilitazione dei soggetti affetti da questa patologia. Sono allo studio diversi provvedimenti, compresa una tassa di scopo, sulle bevande analcoliche con aggiunta di zuccheri. La norma non e stata approvata dal Consiglio dei ministri nell’ultimo decreto del Ministro della Salute. Recessione e problemi di crescita dell’economia del paese hanno impedito di instaurare una tassa di scopo dissuasiva e nel contempo le critiche sollevate hanno riguardato l’uso delle risorse che non possono essere richieste per coprire le minori entrate del Fondo sanitario nazionale, ma avrebbero dovuto alimentare specifici progetti per la lotta all’obesità ed al sovrappeso.

Abstract: OECD’ 2010 report “Obesity and the Economics of Prevention: Fit not Fat” examines facts and figures of the obesity epidemic in the world. At the same moment it analizes the respective roles and influences of governments and market forces on what is becoming public health enemy number one in most OECD countries. European policy makers are actually discussing actions to promote better health and which interventions work best and at what cost. In Italy, the Ministry of Health has published a single Quaderno treating together the appropriate criteria for the prevention, diagnosis and treatment of obesity and methabolic diseases. The document, is based on the Italian current situation, it indicates organizational models for the integrated management of the follow-up (chronic care model) and the criteria of appropriateness of the multidisciplinary team and setting of care. It is addressed to the healthcare Regional Authorities, to general and medical directors, to healthcare entrepreneurs and it provides precise indications regarding the structural and organization requirements of community andhospital specialized services. In this moment the debate is about introducing a tax on unhealthy food and drinks, but in the last Government’s measures it has finally been cancelled. The problem is not tax for cash but tax for health.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Quaderni OS - Considerazioni e riflessioni su PNRR e Organizzazione Sanitaria

quaderni os nonisdi Marino Nonis

2021, pagg. 72, versione pdf € 15,00 - versione cartacea € 28,00 - © FRG Editore, Roma

Versione pdf € 15,00

Codice offerta

Versione Cartacea € 28,00

Codice offerta


Area Abbonati

Abbonati ora!