Proposta di un modello organizzativo per la costituzione di un Centro Oculistico di Alta Specializzazione (COAS), presso l’Ospedale S. Maria della Pietà di Camerino (MC)

ANDREA RAFFAELI

General Manager Oftagest Srl

Riassunto: La creazione del Centro Oculistico di Alta Specializzazione clinica, diagnostica, chirurgica e riabilitativa presso l’Ospedale di Camerino ha la finalità di attrarre professionisti e clinici universitari, collocando la struttura tra i centri più importanti, sicuramente delle Marche e che potrebbe anche tradursi in un HUB importante anche per le regioni limitrofe, in primis Umbria e alto Lazio.

     Il COAS si pone come Centro all’avanguardia per quanto concerne le tecniche di diagnosi e terapia, sia laser sia propriamente chirurgica, delle patologie retiniche più invalidanti quali la retinopatia diabetica, la degenerazione maculare senile, i fori maculari, il distacco di retina, in grado di rispondere all’aumentato bisogno di trattamento e diagnosi.

     Negli ultimi anni a livello nazionale il numero delle prestazioni oculistiche sono aumentate esponenzialmente, ed i centri riferimento dislocati nelle varie regioni Italiane, non sono attualmente in grado di poter assorbire e gestire tutte le prestazioni richieste dai pazienti. 

Parole chiave: COAS, conversione, efficientamento, sanità pubblica, accessibilità, liste di attesa, chirurgia, laser, retina, degenerazione maculare senile, cataratta, campimetria, pachimetria, CXL, OCT, occhio secco

Registrati per leggere il seguito...

Quaderni OS - Considerazioni e riflessioni su PNRR e Organizzazione Sanitaria

quaderni os nonisdi Marino Nonis

2021, pagg. 72, versione pdf € 15,00 - versione cartacea € 28,00 - © FRG Editore, Roma

Versione pdf € 15,00

Codice offerta

Versione Cartacea € 28,00

Codice offerta


Area Abbonati

Abbonati ora!

Cerca nelle riviste