Organizzazione Sanitaria - n.3 - Lug-Set - 2015

2. I servizi territoriali e domiciliari, accreditamento, valutazione, finanziamento: una nuova sfida per il new management sanitario - The local services and home care, accreditation, evaluation, financing: a new challenge for the new health management

A. Di Rosa

Parole Chiave: sfida new management sanitario - challenge for a new health management

Il cambiamento della struttura per età della popolazione, il crescente aumento delle patologie cronico-degenerative, le cure sempre più sofisticate e costose, unitamente al rispetto dei vincoli di bilancio e alla sostenibilità dei costi del sistema sanitario, esigono un cambiamento attivo che veda protagonisti i manager della sanità, che già oggi sono impegnati in concreto verso nuovi modelli gestionali, organizzativi e assistenziali.
Le modalità assistenziali devono sempre più modellarsi sui bisogni di salute dei cittadini, cui dovrà essere garantito il diritto alla globalità dell’assistenza, con benefici standardizzati, sempre più appropriati, costo-efficaci e orientati alla riduzione delle disuguaglianze in termini di accesso, trattamento ed esito delle cure. Soltanto la “conoscenza” dell’evoluzione delle esigenze e dei bisogni di salute della popolazione, delle variabili economiche e sociali, unitamente a quella dei fattori legati la contesto ambientale e agli stili di vita, può consentire di programmare e di riorganizzare il nostro sistema e, conseguentemente, l’allocazione delle risorse. Oggi è richiesta non solo capacità di “misurazione”, ma anche elevati livelli di razionalità ed efficienza gestionale, che da un lato garantiscano la sostenibilità economica e finanziaria del nostro sistema sanitario e, dall’altro, evitino di pregiudicarne la qualità, la sicurezza, l’universalità, nonché l’equità nell’accesso alle cure ed ai farmaci, soprattutto da parte di coloro che, sempre più numerosi, appartengono alle fasce più deboli e disagiate della popolazione.
Nel nuovo ruolo del management sanitario diventa imprescindibile potenziare la rete territoriale, non solo come “servizi” ma con modalità di effettiva presa in carico e garanzia di continuità assistenziale, promuovere una cultura di welfare community, individuare i migliori erogatori di prestazioni salutari promuovendo un processo di miglioramento continuo della qualità, dell’efficienza dell’organizzazione, della sicurezza delle procedure assistenziali, attraverso una reingegnerizzazione finalizzata alla efficienza ed efficacia, al razionale impiego della spesa sanitaria, con la caratterizzazione dei profili di cura in relazione ai bisogni clinico-funzionali, ai livelli di intensità assistenziale nell’obiettivo di risposte unitarie a bisogni multifattoriali.

The changing structure of the population, the increasing prevalence of chronic-degenerative conditions, more and more sophisticated and expensive health care, together with the respect of budgetary constraints and to the sustainability of the costs of the health system, requires an active change that sees the managers of health, which are now engaged in concrete toward new business models, organizational and health care.
Charitable models must increasingly be modelled on the needs of citizens health, to who will be guaranteed the right to the totality of the assistance, with standardized benefits, appropriate, cost-effective and focused on reducing inequalities in terms of access, treatment and outcome of care. Only the “knowledge” of the changing needs and the needs of health of the population, of the economic variables and social, together with that of factors related to environmental context and the lifestyle, can allow to plan and reorganize our system, and, consequently, the allocation of resources. Today is required not just the ability of “measurement”, but also high levels of rationality and management efficiency, which guarantees the economic sustainability and financial of our health care system and avoid compromising the quality, safety, universality, and fairness in access to care and access to medicines, especially by those who, more and more numerous, belong to the most vulnerable and disadvantaged population.
In the new role of the healthcare management becomes very important, increasing the regional network, not only as “services” but with how to actual load is the guarantee of the continuity assistance, to promote a culture of welfare community, finding the best suppliers of health performance. This can be done by promoting a process of continuous improvement of the quality, efficiency of the organization, the safety of health care procedures, through a reengineering project aimed to the efficiency and effectiveness, the rational use of health spending, with the characterization of the profiles of care in relation to clinical and functional needs, the levels of intensity welfare in the objective of unitary responses to multifactorial needs.

Non sei autorizzato al download di questo articolo in formato PDF!

Quaderni OS - Considerazioni e riflessioni su PNRR e Organizzazione Sanitaria

quaderni os nonisdi Marino Nonis

2021, pagg. 72, versione pdf € 15,00 - versione cartacea € 28,00 - © FRG Editore, Roma

Versione pdf € 15,00

Codice offerta

Versione Cartacea € 28,00

Codice offerta


Area Abbonati

Abbonati ora!